Parallelamente alla protesta contro la politica dei tagli all’Istruzione, il Liceo “Nervi-Severini” di Ravenna, condivide l’idea “Niente cultura, niente sviluppo” e aderisce al Manifesto per una Costituente della Cultura lanciato da il Sole 24 Ore a favore di un nuovo impulso politico e sociale per la promozione della cultura e del capitale umano nel nostro Paese per ritornare a crescere e a costruire un’idea di cultura sopra le macerie che somigliono assai da vicino a quelle da cui è iniziato il risveglio dell’Italia nel secondo dopoguerra. La cultura è una condizione per il futuro dei giovani che deve tornare al centro dell’azione di governo e chi pensa alla crescita senza ricerca, senza innovazione, ipotizza per loro un futuro da consumatori disoccupati e inasprisce uno scontro generazionale senza vie d’uscita. Questi, e tanti altri, i concetti posti sul tavolo dell’evento sugli Stati Generali della Cultura promosso da il Sole 24 Ore, ai quali anche il nostro Liceo si è potuto iscrivere, svoltosi lo scorso giovedì al teatro Eliseo di Roma del quale, questa settimana, in occasione dei colloqui tra docenti e genitori si potranno veder scorrere le immagini del Discorso del Presidente Napolitano e del Video di Vincenzo Cerami “Appunti per un film sulla rinascita italiana”, in entrambe le Sedi.