“La Danza del Basilisco”

Labirinto effimero stagione 2011

Azienda Galassi – Alfonsine – RAVENNA

Prosegue la magia del Labirinto Effimero più grande d’Europa con una serie di ‘serate senza eventi’ nel luogo dove la forza del Basilisco, unico drago di ‘documentata’ presenza in Romagna, sprigiona inimmaginabili energie.

Nel 1500 il Conte Aldrovandi ne fece imbalsamare uno, fonte di ispirazione per molti artisti fino alla fine dell’800 quando la storia divenne leggenda, la leggenda divenne mito e del Basilisco se ne perse ogni traccia.

Proprio quest’anno, allo scadere dei 150 anni dalla proclamazione dell’Unità d’Italia, il Basilisco ‘è ritornato nelle terre ravennati’. Una creatura leggendaria temuta da ogni viandante per la sua capacità di poter pietrificare ogni essere vivente con il solo sguardo.

Per 15 serate del mese di settembre 2011 si potrà percorrere il lungo sentiero tra le alte piante di granoturco sapientemente tracciato dall’artista Luigi Berardi alla ricerca di affascinanti segnali attraverso un’iniziatica danza rituale che porterà ad una maggiore coscienza del corpo nello spazio, ma permetterà ai più fortunati che accederanno al cuore del “Basilisco” di esprimere un desiderio al drago.

Nell’occasione si potrà visitare la Mostra di Labirinti in Mosaico realizzati dagli allievi dell’Istituto d’Arte per il Mosaico di Ravenna, ora Liceo Artistico “Nervi-Severini”, che nei primi Anni ’90 espressero, tramite una serie di studi e bozzetti, il loro interesse per la storia del mitico Labirinto.

Partendo dall’immagine di quelli preistorici fatti di sassi appoggiati sul terreno e, similmente, da quella di ciottoli casualmente collocati sulle spiagge, venne ideata una serie di cartoni, successivamente realizzati in mosaico nei Laboratori della scuola.

In onore del 50° Anniversario della Fondazione dell’Istituto e dello scadere dei 150 anni dell’Unità d’Italia, questi mosaici sono finalmente esposti al pubblico.

L’intricato insieme di tessere del mosaico, che già è un labirinto,  il preludio ideale dell’esperienza che il visitatore si appresta a vivere percorrendo i 3500 metri di questo sorprendente dedalo naturale.

Se non è la fantasia a guidarvi lungo i sentieri tortuosi del labirinto, ma è la razionalità, a suscitare il vostro interesse potrebbe essere il tema del 150° nascosto in un percorso secondario a fianco del grande drago, con l’intento di ricordare questo numero importante per la nazione, che solo i più attenti potranno scoprire.

Questo e molto altro è “La Danza del Basilisco” Labirinto effimero stagione 2011.

PER LA STAGIONE LABIRINTO EFFIMERO 2012 L’AZIENDA GALASSI HA CHIESTO LA COLLABORAZIONE DEL LICEO PER LA REALIZZAZIONE DEL PERCORSO LABIRINTICO.