CONVEGNO SULLA LIBERTÀ AL LICEO ARTISTICO “NERVI-SEVERINI”

All’interno dei progetti e delle numerose attività culturali che il Liceo Artistico “Nervi-Severini” di Ravenna organizza, a fianco delle sue attività artistiche e didattiche, venerdì 13 marzo alle ore 11:00 presso l’Aula Magna del Liceo (in via Tombesi dall’Ova, 14) si è svolto un convegno dedicato al tema del libero arbitrio in occasione della presentazione del libro: Libero arbitrio. Teoria e prasi della libertà a cura di Claudio Tugnoli (Dipartimento di Sociologia, Università di Trento), Liguori, Napoli 2014.

Al convegno sono intervenuti: Marcello Landi (Dirigente Scolastico del Liceo artistico “Nervi-Severini” di Ravenna) che ha presentato l’iniziativa a studenti, docenti, stampa e cittadinanza, con il coordinamento del prof. Sergio Monaldini che ha introdotto il tema parlando di Drammaturgia e arte della libertà; l’incontro si è poi concentrato sull’intervento del curatore del volume, Claudio Tugnoli che ha parlato di Teorie e prassi della libertà; sono seguiti gli interventi di Lorenzo Zaganelli su Libertà naturale e libertà civile in Rousseau, e di Paolo Taroni su Bergson: ontologia e metafisica della libertà.

Il tema del libero arbitro e della libertà suscita ancora, dopo secoli di riflessioni, fervide discussioni perché si tratta sia di questione teoretica sia di questione morale e pratica. Una delle domande centrali della filosofia e di ogni riflessione civile e politica sull’uomo ruota proprio attorno alle condizioni e alle ragioni che rendono libero l’uomo: l’uomo vuole essere libero oppure preferisce rinunciare alla libertà quando se ne presenta l’occasione?

Queste riflessioni e l’indagine sul libero arbitrio, sulla libertà di coscienza e sulla responsabilità che consegue all’esser liberi sono state, in questa occasione, al centro dell’intervento di Claudio Tugnoli, professore di Filosofia morale nel Dipartimento di Sociologia dell’Università di Trento, autore di decine di libri, numerosi articoli e traduzioni dall’inglese, dal tedesco, dallo spagnolo e dal tedesco. Gli ultimi lavori, oltre alla cura del volume sul libero arbitrio presentato, sono: The two identifying cultures of Europe del 2012, Ending gender violence in the family and in society del 2013, The Goddess Culture: Gylanic Model versus Androcratic Model del 2013, Ritratto dell’anima / anima del ritratto, del 2014.

Assieme agli interventi del coordinatore e degli altri docenti si è cercato di delineare le principali tappe del percorso che il problema della libertà e del libero arbitrio hanno segnato nella storia del pensiero occidentale.